Olimpiadi Londra 2012: Quanto vale una medaglia d’oro?

9 agosto 2012 | Autore: | Рostato in: Compro Oro, Metalli Preziosi

Le Olimpiadi volgono al termine e molti di noi dopo aver seguito i propri atleti preferiti con passione cominciano a fare i conti sul numero di medaglie conquistate dai nostri valenti atleti. Ad oggi la situazione è la seguente:

Medaglie d’oro: 7 Elisa Di Francisca (fioretto individuale); Marco Galiazzo, Michele Frangilli e Mauro Nespoli (arco a squadre); Daniele Molmenti (canoa K1 slalom); Valentina Vezzali, Elisa Di Francisca, Arianna Errigo, Ilaria Salvatori (fioretto femminile a squadre); Jessica Rossi (tiro a volo); Andrea Baldini, Valerio Aspromonte, Andrea Cassarà e Giorgio Avola (fioretto maschile a squadre); Niccolò Campriani (carabina 3 posizioni).

Medaglie d’argento: 6 Arianna Errigo (fioretto individuale); Luca Tesconi (pistola da 10 metri); Diego Occhiuzzi (sciabola individuale); Niccolò Campriani (fucile ad aria compressa); Romano Battisti e Alessio Sartori (canottaggio due di coppia); Massimo Fabbrizi (tiro a volo).

Medaglie di bronzo: 4 Valentina Vezzali (fioretto individuale); Rosalba Forciniti (judo -52kg); Aldo Montano, Diego Occhiuzzi, Luigi Samele e Gigi Tarantino (sciabola a squadre); Matteo Morandi (anelli). La conquista del podio è un successo non solo sportivo, ma anche economico, per l’atleta, che conquistando la medaglia più preziosa incassa anche una somma importante messa a disposizione dal Coni: 140mila euro.
l’Italia è tra gli stati che pagano più profumatamente i propri medagliati. Soltanto Singapore, dei Paesi analizzati, riconosce premi maggiori del Coni. L A queste cifre bisogna aggiungere il valore intrinseco della medaglia. Certo, non si parla di cifre altissime, tutt’altro, ma anche questo fa parte del bottino complessivo dell’atleta vittorioso.
Le medaglie di Londra 2012, con i loro 400 grammi, sono le più pesanti di sempre nei Giochi Olimpici estivi. Composte per il 92,5% da argento (370 grammi), per il 6,16% da rame (24,64 grammi), e per l’1,34% d’oro (5,36 grammi), le medaglie al collo dei vincitori dell’olimpiade made in Britain, valgono all’incirca 530 euro.

Se vi state chiedendo chi si sognerebbe di rivendere una medaglia olimpica, beh, sappiate che è già successo. Il nuotatore americano Anthony Ervin vendette la sua medaglia d’oro, conquistata ai Giochi di Sidney 2000, per quasi 14mila euro. Per lui, infatti, era «soltanto un simbolo». Il boxeur ucraino Wladimir Klitschko ha messo all’asta la sua, anch’essa del metallo più prezioso, nell’intento di ricavarne un milione di dollari per beneficenza. Klitschko, così facendo, ha conseguito un doppio successo: l’asta ha raggiunto il milione e il benefattore, commosso dal gesto del pugile, ha voluto restituirgli il prezioso ricordo olimpico.

Per alcuni le medaglie d’oro rappresentano una vera passione. La realizzazione artigianale, il design, l’immagine e l’età di alcune monete sono elementi che spingono all’acquisto e al collezionismo. Gli amatori delle medaglie d’oro delle olimpiadi guardano al di là del valore del metallo della medaglia .
Potremmo suddividere in tre gruppi gli acquirenti di medaglie d’oro: Gli acquirenti collezionisti di monete/medaglie che si sentono orgogliosi del loro tesoro. Coloro che acquistano monete antiche perché rappresentano il vissuto di una civiltà che visse e morì molto tempo fa. Ogni medaglia ha una propria storia da raccontare.
C’è poi chi guarda all’oro come migliore merce da investimento. Comprare una medaglia d’oro consente di preservare piccoli capitali, assicurandosi in questo modo un bene facilmente convertibile in denaro liquido. Sul mercato sono disponibili anche altre materie prime come argento, rame e platino ma rispetto all’oro, sono maggiormente volatili e il rischio di perdite è più elevato.
Il terzo gruppo è costituito da commercianti che acquistano monete per la negoziazione in questo modo accumulano dei capitali in oro quando il valore di questo metallo è più basso per rimetterlo sul mercato al miglioramento della quotazione.

Dove acquistare le medaglie d’oro?

In Banca: esistono diverse banche e istituti di credito presso le quali è possibile acquistare monete d’argento, platino moneta o medaglia d’oro. Il vantaggio nell’acquistare dalle Banche sono le garanzie emesse a fronte di ogni transazione. Unico inconveniente potrebbe essere il prezzo leggermente più alto e la possibilità che in futuro la Banca non garantisca il riacquisto del bene.
Internet: oramai sono disponibili molti siti web che operano in questo settore.. La maggioranza di questi sui siti web opera fornendo all’acquirente un certificato di garanzia di qualità. Così, acquistando una moneta d’oro, si potrà ottenere un certificato che ne garantisca il valore e la purezza.
Compro Oro o gioielliere: in questo caso si sceglie il compro oro o il gioielliere di fiducia, o di quartiere per acquistare o vendere monete d’oro, argento o platino. Anche in questo caso sarà possibile ottenere un certificato a garanzia dell’acquisto effettuato.

Condividi:
Commenti disabilitati

Autore:

This author has published 14 articles so far. More info about the author is coming soon.