Monete e lingotti sono i nuovi beni rifugio?

4 luglio 2013 | Autore: | Рostato in: Compro Oro

Cerchiamo di capire se monete e lingotti sono i nuovi beni rifugio o forse lo sono sempre stati.

All’interno del vasto mondo degli investimenti, oltre ai titoli azionari, obbligazionari, fondi comuni e titoli di stato, l’oro da investimento è da sempre considerato il bene rifugio per antonomasia. Soprattutto in tempi di crisi come questo, dove la stabilità è alquanto aleatoria, affidarsi al bene rifugio per eccellenza può essere la scelta giusta. Anche le valute potrebbero essere una scelta interessante, ma anch’esse sono soggette a debolezze varie, come ad esempio l’inflazione. Probabilmente solo il franco Svizzero risulta un po’ più forte e lontano da interventi inflazionistici. Perfino il dollaro, da quando gli Stati Uniti hanno subito il declassamento da parte delle società di rating, perdendo la posizione dominante della tripla “A”, non riscuote più la fiducia agli investitori.
L’obiettivo di ogni risparmiatore e investitore è quello di preservare il capitale e, anno dopo anno, godere di una certa percentuale di rivalutazione, che come minimo riesca a recuperare l’inflazione monetaria; cioè gli interessi.
Effettivamente acquistare lingotti, placche o monete, sembra la forma di investimento più sicura in questo periodo. Investire in oro garantisce una certa sicurezza, in quanto anche e soprattutto in periodi di crisi economica e finanziaria, il lingotto d’oro puro è immediatamente monetizzabile e costantemente ricercato; basta pensare che se scoppiasse una guerra gli stati stessi, che ne posseggono un certo quantitativo a riserva, lo potrebbero offrire a garanzia.

Acquistare oro oggi è ancora più facile e rapido in quanto i compro oro e banco metalli, centri specializzati, sono in grado in pochi minuti di soddisfare qualsiasi richiesta della clientela. Nei compro oro e banco metalli ci si può andare per vendere l’oro e l’argento usato ricevendo in cambio soldi provenienti da una valutazione specifica per l’usato oppure per fare investimenti, cioè per comprare oro in lingotti o in placche.

Se non ci piacesse il negozio compro oro sotto casa, bisognerebbe rivolgersi ad una banca e aprire un conto metalli che funziona esattamente come un conto corrente operando attraverso quel tipo particolare di conto, effettuando acquisti e vendite. I conti hanno dei costi di gestione e naturalmente la banca vuole una commissione sulle operazioni da effettuare. Inoltre bisogna scegliere se aprire un conto di tipo allocato, cioè con assegnazione di lingotti numerati e conto non allocato, senza assegnazione specifica di lingotti. Bisogna poi scegliere se lasciare l’oro acquistato in deposito, affrontando e aggiungendo altri costi, o procedere con il ritiro fisico. Operare attraverso la banca offre molte garanzie ma è un po’ più macchinoso e burocraticamente dispersivo.

Al banco metalli presso il compro oro l’operatività è più snella e veloce, oltre che sicura. Certamente il ritiro fisico dei lingotti di proprietà espone l’investitore ad eventuali furti; coloro che non sono attrezzati con speciali casseforti possono lasciare l’oro in deposito.
I negozi compro oro posseggono il prezioso metallo in quanto una volta ritirato l’usato, ad esempio la catenina o l’anello o il bracciale, spediscono il materiale in speciali fonderie dove l’oro fuso viene ricollocato in forme e stampi che ricreano i lingotti. I negozi compro oro ritirano tutti i tipi di oro, da quello meno pregiato a quello puro al 99,99% a 24 carati e i prezzi variano a seconda della quantità d’oro contenuta nel monile presentato. Le quotazioni sono ufficiali, stabilite in base al mercato giorno per giorno e continuamente sotto controllo, praticamente in tempo reale. Anche le monete, medaglie e medaglioni d’oro sono consigliati come investimento, basta che siano d’oro puro al 99,9% cioè a 24 carati. L’oro acquistato in lingotti è accompagnato da adeguata documentazione comprovante la purezza e il numero di serie del lingotto, e quello da investimento è solo a 24 carati, quello puro.

Non possiamo dichiarare con assoluta certezza che le monete e i lingotti siano considerati nuovi come beni rifugio, secondo noi non sono affatto nuovi, in quanto l’oro è da sempre il bene rifugio tradizionale e col tempo ha sempre assicurato buoni risultati in termini di guadagno e di salvaguardia del capitale, un po’ come i diamanti. Anche i diamanti infatti, in misura minore, hanno però dato col tempo soddisfacenti risultati. Certo è che il diamante, essendo un particolare tipo di prezioso, richiede conoscenze specifiche oppure consulenze di gemmologi professionisti, onde evitare brutte sorprese; con l’oro forse è più facile, quantomeno possiamo recarci nel compro oro di fiducia più vicino e richiedere l’intervento del personale specializzato che troveremo all’interno.

Per chi non si fosse mai rivolto ad un negozio compro oro, ne segnaliamo due molto affidabili: www.oroelite.it e www.apesodoro.com, entrambi hanno la sede principale a Roma ma dispongono di varie filiali in tutta italia, sui loro siti potrete cercare la sede che fa al caso vostro.

 

Condividi:
Commenti disabilitati Тag: , , ,

Autore:

This author has published 14 articles so far. More info about the author is coming soon.