Accessori moto

9 agosto 2012 | Autore: | Рostato in: Moto e accessori moto

Le calde giornate estive ci fanno pensare sempre di più alle vacanze, per i centauri la bella stagione è l’ideale per fare delle gite, delle escursioni o dei lunghi viaggi, sebbene i non appassionati di moto non capiscano come si riesca a percorrere chilometri in maniera comoda su due ruote. Per fortuna esistono svariati accessori per rendere piacevole la vita dei motociclisti e scooteristi.

Prima di partire per lunghi viaggi sarebbe opportuno munirsi non solo dell’abbigliamento classico da motociclista ma anche di accessori che rendano più comoda la propria avventura.

Il bauletto: pratico per evitare di portarsi dietro il casco durante le pause oppure per inserire ulteriori bagagli che non entrano in valigia es. beauty case, lo si può utilizzare per avere indumenti a portata di mano; una felpa o un foulard da utilizzare in caso di necessità. Se si viaggia con un passeggero è bene utilizzare lo schienale da applicare al bauletto. Sopra il bauletto si può montare un supporto portapacchi, per legare ulteriori bagagli o trolley, più pratici rispetto al solito top case rigido. In alcuni casi è necessario posizionare sul baule un ulteriore stop supplementare per essere più visibili.

Le Valigie laterali: possono essere rigide o morbide, quelle rigide sono dotate di un supporto da attaccare alla moto, sono capienti e impermeabili, anche se c’è il rischio che gli attacchi si rompano facilmente quando vengono troppo strattonati a causa di strade troppo accidentate; quelle morbide sono più economiche e leggere delle prime ma sotto forti temporali non sono totalmente impermeabili e si corre il pericolo che il contenuto si bagni, inoltre le borse morbide sono simili alle bisacce (unite da un pezzo di stoffa che viene posizionato sulla sella) questo ne rende l’utilizzo a terra più scomodo in quanto le due sacche non si possono separare.

Le borse da serbatoio: suddivise in due categorie, a cinghia o a magneti, le prime sono più stabili durante la guida mentre le seconde sono più pratiche da agganciare e sganciare, le più pratiche sono quelle modulari, costituite da due parti staccabili, la più piccola si può utilizzare per i viaggi brevi e la grande si attacca alla piccola rendendola più capiente; molto importanti le tasche laterali che permettono di tenere a portata di mano piccoli oggetti tipo custodia di occhiali, ticket dell’autostrada e così via. Generalmente queste borse sono munite di una tasca superiore trasparente dove poter inserire la mappa stradale, controllare che non sia di dimensioni troppo piccole altrimenti si rischia di non riuscire a inserire la cartina. Alcune borse da serbatoio hanno la possibilità di essere utilizzate come zainetto una volta staccate dalla moto.

Parabrezza, spoiler o cupolino rialzato: soprattutto nei lunghi viaggi sono opportuni per riparare le mani dal vento, o da eventuali insetti, specialmente per chi guida a velocità sostenuta. Chi sceglie il cupolino, durante la guida noterà un defaticamento alle spalle, questo grazie alla forma arrotondata che permette una buona deviazione dell’aria, rendendo la moto più aerodinamica.

L’interfono: non solo per chi viaggia in coppia, per comunicare con il passeggero ma anche se si viaggia da soli, per collegare il telefono o ascoltare una buona musica che renda il viaggio ancora più piacevole.

Il navigatore: fedele compagno di viaggio, è possibile acquistare supporti da attaccare sia al manubrio tubolare che non tubolare, per accontentare anche gli scooteristi.

Airbag da moto: sembra un semplice giubbottino, è leggero e poco ingombrante, contiene un meccanismo ad aria compressa che in caso di caduta si gonfia, attivato da una cordicella (tipo l’apertura dei paracadute), ripara la colonna e il busto da traumi, indispensabile non solo per chi viaggia ma anche in città, un piccolo accessorio che può salvarci da gravi traumi.

In caso di pioggia improvvisa può essere utile l’utilizzo del telo ripara gambe, soprattutto per chi non utilizza tute o abbigliamento specifico per motociclisti.

L’unica cosa rimasta da fare è salire in sella, mettere in moto e partire!

Condividi:
Commenti disabilitati

Autore:

This author has published 14 articles so far. More info about the author is coming soon.